Passa ai contenuti principali

Fare pace con se stessi

A volte ce ne dimentichiamo, altre siamo del tutto inconsapevoli, ma di certo pubblico questo estratto di questo libro perchè lo ritengo non solo in linea con ciò che sento e sto vivendo attualmente ( da parecchi mesi a questa parte) ma perchè è di fondamentale importanza che si prenda consapevolezza di quanto leggerete.
Fare pace con se stessi
di Capuano Lorenzo
17/12/2010
Tutto quello che sentiamo quando qualcuno ci tradisce o ci abbandona, è solo un riflesso del dolore più profondo che prova la nostra Essenza quando siamo noi a prendere le distanze da lei...! Solo amando e perdonando ogni parte di noi, possiamo andare oltre il "bisogno" di essere amati e perdonati dagli altri.

Ti Amo Comunque
Versione Libro - Carta
Da non perdere
Prezzo € 11,90 (-15%)


[...] Quando pensiamo che senza qualcuno o qualcosa staremmo male e proviamo un senso di solitudine, angoscia, vuoto, incompletezza, inutilità o smarrimento, non facciamo altro che prendere le distanze da noi stessi. Ci stiamo dicendo che da soli non bastiamo e che abbiamo bisogno di altro per essere felici. In pratica, ci stiamo tradendo! Tutto quello che sentiamo quando qualcuno ci tradisce o ci abbandona, non è niente rispetto a quello che prova la nostra vera Essenza, rappresentata dall’Anima, quando siamo noi a prendere le distanze da lei e quindi da noi stessi!

Nel momento in cui proviamo un Amore travolgente per un’altra persona, senza la quale crediamo sarebbe inutile vivere, stiamo praticamente rifiutando, tradendo, umiliando e abbandonando ingiustamente quella parte di noi più sensibile, unica e che ci è indispensabile per essere felici. Senza contare che, a livello inconscio, stiamo abbattendo la nostra autostima, causandoci una dipendenza verso qualcosa o qualcuno al di fuori di noi e, soprattutto, stiamo creando le basi per vivere una vita infelice! Il fatto di non esserne consapevoli non è certo un’attenuante, anzi, è ancora più grave perché per il resto della nostra vita questo atteggiamento ci spingerà a cercare altrove ciò che abbiamo già dentro di noi, senza mai o quasi mai comprenderlo.

Tuttavia, questa continua ricerca potrebbe essere la nostra salvezza poiché quella parte profonda, sebbene le abbiamo girato le spalle seppellendola viva nell’ombra del nostro essere, rimane sempre attiva dentro di noi; continua a bussare proprio attraverso quelle persone che crediamo ci diano felicità e che, nel momento in cui ci tradiscono o ci lasciano, riaprono una ferita nel cuore, tanto profonda quanto quella che ha provato la nostra vera Essenza quando abbiamo fatto lo stesso con lei. E, tutte le volte che accade, abbiamo l’opportunità (se siamo in grado di comprendere questa dinamica) di ricongiungerci con lei e quindi con noi stessi!

Per questo dobbiamo avere la forza di perdonare chi ci ha ferito, in quanto è come se ci stessimo perdonando per aver fatto lo stesso con noi in passato. Ciò vale anche quando siamo noi a lasciare o a tradire gli altri perché, inconsciamente, abbiamo bisogno in quel momento di rivivere questa esperienza attraverso gli occhi di chi stiamo facendo soffrire... Ma fino a quando non lo capiremo, non faremo altro che alimentare sensi di colpa verso altre persone, che ci spingeranno a non poter mai star bene veramente con qualcuno, finché non ci riappacificheremo prima di tutto con noi stessi. Per questo, quando arriva una crisi di coscienza, tendiamo a chiedere perdono a tutti quelli che abbiamo fatto soffrire in precedenza! Ma questo senso di colpa non potrà placarsi fino a quando non riusciremo a perdonarci per aver ferito, prima di tutti, noi stessi.

Capiremo d’esserci perdonati veramente quando non sentiremo più il bisogno che gli altri ci perdonino dal momento che, nel profondo del nostro cuore, avremo compreso che non li avevamo feriti di proposito ma che eravamo vittime di questa subdola dinamica psico-emotiva... Inoltre, avremo compreso che noi, a nostra volta, rappresentiamo ciò che gli altri fanno a loro stessi, e che quindi essi ci possono perdonare solo quando riescono prima a perdonare loro stessi.
[...]
Ti Amo Comunque
Versione Libro - Carta
Da non perdere
Prezzo € 11,90 (-15%)

Estratto da Ti Amo Comunque di Lorenzo Capuano, Anima Edizioni.

Copyright
© Anima Edizioni. Milano, 2010
© Lorenzo Capuano, 2010

Commenti

Posta un commento

I commenti a scopo offensivo, di ingiuria e senza un legame con tale argomento verranno rimossi.

Post popolari in questo blog

"Lì dove è stata perduta" il nuovo film di Claudio Guarini sulle personalità

Questo film nasce con il principale intento e obiettivo di trasmettere un messaggio, cioè quello di far comprendere a chi lo guarderà che la nostra vita, il nostro quotidiano è condizionato da una o più personalità. Esse sono state quasi sempre messe in moto sin dalla nostra infanzia, da quando eravamo bambini, periodo in cui hanno cominciato a nascere, a costruirsi nell’osservare i nostri genitori in determinate situazioni che hanno messo la mente in una situazione di disagio, di sofferenza, di mancanza, il cosiddetto trauma emotivo e psicologico. La mente ha creato un suo filtro attraverso il quale ha iniziato a vedere la propria vita, creando idee distorte su se stessi, sul mondo esterno, sul proprio maschile e sul proprio femminile. Un altro aspetto che viene affrontato e sottolineato all’interno della pellicola è il rapporto di coppia, la relazione in generale, ma anche quella con il proprio compagno/a e con i propri genitori. Si affronta un meccanismo che possiamo chiamare “rappo

La chiave è dentro te stesso

  Tutte le volte che ripeti a te stesso “ho paura, non ce la faccio”. Tutte le volte che guardi allo specchio e tenti di cambiare te stesso rompendo l’immagine che hai di fronte. Tutte le volte che, anziché fare un passo, lo fantastichi nella tua mente. Tutte le volte che ti ritrovi a fare la vittima, accusando il mondo esterno. Bene. Tutti questi momenti non parte della realtà, ma di un’illusione in cui stai solo recitando un ruolo, condizionato da un’unica paura, quella della responsabilità. Responsabilità dei tuoi pensieri, delle tue parole, delle tue azioni, della tua vita. La responsabilità di ciò che sei davvero. Qualcuno ha detto “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Ma io adesso ti dico che non si tratta di un grande potere o un grande responsabilità. Una volta che hai compreso l’opportunità che il cambiamento può offrirti, hai l’occasione di abbandonare una volta per tutte l’illusione per poterti immergere nella verità. La tua responsabilità sta nel mostrare co

DENTRO TE STESSO VI E' LA CHIAVE

La mente vede la propria vita attraverso lo schema fumoso dei ricordi   Se ti stai concentrando sulla vita degli altri allora chiediti cosa non va nella tua. Non sono gli altri a creare il tuo malessere. Sei tu stesso che li attiri a te affinché tu possa guardarti dentro e accorgerti che esso era già presente al tuo interno.  Il presente c'è. Sei tu che non ci sei perché vivi nel controllo. Sei immerso nella mente, tra tesi, ipotesi, idee e convinzioni. Molla quel controllo e lascia fare alla vita, a quella forza che è già dentro di te, ma che ti rifiuti di ascoltare solo perché non rientra nelle grazie del tuo ego.  Puoi trovare mille motivi per giustificare i tuoi "come faccio" o i tuoi infiniti "non riesco" , ma sono tutte scuse, strategie per rimanere nell'atteggiamento dell'adolescente che non vuole fare un passaggio: Il diventare adulto.  Questo implica prendersi la responsabilità della propria vita, dei propri pensieri, delle proprie azioni. A vol