Translate-Traduci

martedì 19 aprile 2016

La Guida Interiore esiste davvero




C’era un tempo in cui parlavamo con gli altri, ma molte delle risposte che nel dialogo ci venivano date, non confacevano al nostro cosiddetto modo di pensare. Allora abbiamo cominciato a parlare con noi stessi credendo che solo noi potevamo darci indicazioni e risposte sulla nostra vita. Ci siamo blindati credendo che nessuno avrebbe potuto comprendere il nostro mondo interiore. Giorno dopo giorno abbiamo cominciato a parlare dentro la nostra testa fino al punto di non rendercene più conto. Un dialogo incessante che ci rubava tempo ed energia al momento presente, portandoci in luoghi circoscritti lontani dalla reale visione delle cose. “Se nessuno può darmi le risposte che cerco, nessuno mi capisce, solo io posso”. Ecco che, così facendo, abbiamo alzato un muro gigantesco, non tanto sugli altri, ma sull’ascolto. Abbiamo sempre più rivolto le nostre attenzioni alla nostra mente diventandone schiavi inconsapevoli, creando un territorio pieno di condizionamenti e limiti illusori, ai quali abbiamo messo il veto a tutto e tutti di poterli oltrepassare. I muri delle convinzioni basate solo sulla paura di scoprire la verità. Quale verità? Che esiste una guida capace davvero di darci le indicazioni necessarie per indirizzarci su una strada che è solo nostra, che appartiene al cammino della nostra anima. Quando ho cominciato a scrivere i primi libri, cercavo di scavare dentro di me cercando delle risposte ma non mi rendevo conto che, anche se cercavo quella guida, mi collegavo con una parte della mente che cercava di idealizzare le risposte che voleva. In passato ho creato degli artifizi letterari per poter esprimere ciò che stavo vivendo. La traduzione mentale interveniva. Alcune volte me ne rendevo conto, altre no. Adesso, dopo tante notti in tutti questi anni, trascorsi a chiedere aiuto ad una forza al di là della mente, ho compreso che era proprio la mente a interferire tra quella frequenza e il suo opposto. Spesso si parla di canalizzazioni, entità, messaggi da esseri multidimensionali, extraterrestri e chi più ne ha più ne metta. La sete di risolvere i propri problemi il prima possibile porta una mente ad affidarsi a qualsiasi cosa le dia una soluzione veloce, una via facile senza grandi ostacoli. Ma la mente non vuole davvero cambiare la propria vita, vuole solo migliorarla, togliendo ciò che le da dolore, e volendo ancora più cose che le diano piacere. Ma tutto questo accadde solo in un territorio che già conosce. La via della guarigione non è stare seduti a bere tarallucci e vino (scusate se utilizzo ancora questa espressione). E’ qualcosa che richiede davvero una ferrea volontà e quando chiedete all’universo, a quella forza invisibile di guidarvi sappiate che essa c’è perché c’è sempre stata. L’unico “problema” è che la mente si aspetta risposte già idealizzate in partenza, che le possono far comodo per continuare a non cambiare realmente la propria vita, ma a rimanere nella zona di comfort il più a lungo possibile. Cambiare fa male, significa estirpare le radici su cui abbiamo costruito tutte le illusioni. Illusioni su di sé, sugli altri, sull’amore, su Dio, sul proprio talento, sulla missione di vita. Ci vengono date opportunità per sperimentare il coraggio, il talento, l'amore. E queste situazioni spesso la mente le vede come grandi ostacoli. Allora questo fa sì che la mente entri in protezione perché essa vuole andare solo verso cui ritiene che possa darle una certa sicurezza. Ecco che intervengono altre energie che riescono a sintonizzarsi con una parte del cervello attaccata ad uno strato della mente che vuole esattamente questo. Queste energie assumono diverse forme e si spacciano per la verità, ma della verità hanno solo paura. Vogliono che tu rimanga lì a prenderti in giro e allora ti danno risposte che fanno piacere alla tua mente. La voce della Guida è una sola, puoi chiamarla Spirito, e non usa stratagemmi troppo appariscenti per comunicare con te. Non occorrono alieni, esseri di luce, defunti o entità di qualche tipo. Non è certamente facile capire inizialmente con chi si ha a che fare, ma il primo passo è comprendere come sei stato ingannato e da chi sul piano sottile attraverso la tua mente, per poi poter riconoscere finalmente la vera forza Spirituale che può guidarti. Perché può? Perché solo tu puoi decidere di lasciare che le sue indicazioni distruggano tutto il vecchio che ti tiene incastrato e non ti permette di andare avanti verso ciò che sei veramente.
Il dialogo che leggerete qui sotto è un estratto del nuovo libro che sto scrivendo. E sia chiaro che questa volta non è un dialogo con risposte improvvisate. Se volete chiamarla canalizzazione, va bene, anche se non amo le definizioni troppo etichettate. Tutti possono avere questo dialogo, ma occorre riconoscere la frequenza attraverso la quale sintonizzarsi. Purtroppo l’inganno è sempre dietro l’angolo, ma per riconoscere il vero è necessario distinguerlo da ciò che non lo è.

IO: C’è una persona a cui sono molto legato a cui vorrei far capire proprio questo.

Sé: E’ a te che devi farlo comprendere. Ti ho già detto che poi avrai un’altra impronta energetica che sarà d’esempio anche per gli altri. Anche lui si trova nel dover fare una scelta. E’ un bivio davanti al quale prima o poi tutti si trovano. Lui cerca le risposte con la paura. Essa appartiene alla mente e la mente cerca sicurezze. Deve riuscire a mollare la presa sul bisogno di sicurezza quando la sua mente si proietta sul futuro, altrimenti non riuscirà a cogliere i segnali che lo portano nella direzione reale. È proprio dove si sentirà più incerto e insicuro che dovrà compiere un atto di fede. Molte indicazioni e segnali, quelle che lui chiama coincidenze, vengono fraintese e interpretate dalla sua mente secondo un vecchio schema, perdendo di vista il vero. Non può agire tenendo un piede nel vero e uno nel falso, uno nel nuovo e uno nel vecchio. Sappia mantenere il focus su di me senza preoccuparsi dei passi intermedi. Quelli saranno più evidenti solo dopo ciascuna azione che non sia mossa dalla paura.
Anche tu, come lui, dedica una parte del tempo ogni giorno, a chiedere di mostrarti la via senza idealizzare le risposte e le indicazioni. Sposta il tuo focus su di me. Rafforza la tua fede affinché, nei momenti in cui crederai di fidarti della paura, saprai che la tua mente sarà solo pronta ad agire seguendo quello che io le indicherò, e non a reagire seguendo gli impulsi a cui era abituata.

(Tratto dal nuovo libro © Claudio Guarini )

martedì 5 aprile 2016

Riconoscere la GUIDA INTERIORE


(PUNTATE RADIO RELATIVE ALL'ARGOMENTO)

Sé: Ti sei mai chiesto come sarebbe guardare con i miei occhi?

IO: Certo, tante volte, ma come faccio ad accorgermi che sto guardando con i tuoi occhi e sentendo con le tue orecchie?

Sé: Ė semplice. Quando accade, non sei schiavo delle emozioni e delle loro conseguenze reattive. Non agisci per impulsività, ma sei cosciente e consapevole di quello che stai vivendo dentro, senza proiettarlo fuori come se vomitassi in preda al veleno.

IO: Perché mi sento così nonostante ti abbia finalmente ritrovato?

Sé: Se per “mi sento così” intendi che ti senti lontano da quella gioia che avevi immaginato, è solo perché ti eri fatto un idea mentale di me, mi avevi affibbiato e cucito un’immagine non reale e soprattutto fatta di emozioni dissonanti e mentali. Io non sono un’emozione, sono soltanto verità e conoscenza. E la verità non è né bella né brutta ma solo ciò che è.

IO: Cosa vuol dire?

Sé: La verità è libertà. Quando inizierai a familiarizzare con essa potrai davvero sentire quel sentimento d'amore che da tanto cerchi fuori di te, ma che esiste solo all'interno di te stesso sotto forma delle tre parti riunite in una sola cosa.

IO: Intendi mente, anima e te?

Sé: Si. Quando saranno allineate, ogni cosa che penserai, dirai e farai avrà una forza particolare che le parole non possono spiegare in questo momento.

(Estratto del nuovo libro in fase di scrittura di ©Claudio Guarini)


Quante volte hai provato a rivolgerti al cielo, alle stelle, al sole, al mare, ad un albero?
Quante volte ti sei ritrovato a chiedere aiuto ad una forza più grande di te affinchè ti indicasse la strada?
Quante volte hai pensato che tutto fosse semplicemente dovuto ad un destino crudele?
In tutto questo ti sei mai fermato a chiederti se ciò che ti stava accadendo fosse già la risposta alle tue domande? Spesso la nostra mente idealizza tutto quello che ci capita perché ha solo l’esperienza e una conoscenza distorta del passato che ha interpretato a modo suo, a volte per proteggersi da una realtà troppo scomoda o dolorosa con cui fare i conti. Le fantasie si scontrano con la verità, le illusioni ci vengono strappate via e la mente crea attrito, resistenza, dolore che ci sembra interminabile e ripetitivo. Quella ripetitività è solo la Vita che ci mette di fronte a dei cicli da chiudere che ci ostiniamo a voler proteggere e a non voler vedere per paura del futuro. Un futuro che non è la nostra a mente a decidere né a prevedere. Abbiamo tutti una destinazione (azione del destino). Abbiamo tutti un compito, un talento, una missione ma non la riconosciamo perché la nostra reale strada è stata confusa per un’altra.
Ci siamo creati un’idea su tutto. Ciò che hai dell'amore è un'idea, un'immagine costruita, una fantasia che spesso non ha nulla a che vedere con la sua autenticità, hai un’idea sugli altri, ma è solo un’immagine falsata. Lo stesso vale per quello che credi sia Dio. Ed è per questo che continuamente cerchi una guida proiettandola all’esterno e nelle idealizzazioni. Perché Gesù diceva che il regno dei cieli è dentro di te? Perché la Guida è solo Interiore ed essa è tangibile proprio come l’aria che respiri. Gesù la chiamava Spirito Santo. C’è sempre. Il motivo per cui ti sembra lontana e inesistente non è perché non ti ascolta ma perché tu non ti metti in ascolto. Se non chiedi, non ti sarà dato. L’umiltà di quell’io fittizio, di quell’ego che vuole vivere al posto tuo, è tutto ciò che serve per mettersi davvero in ricezione. Esso deve cedere alla reale guida quel ruolo che crede sia il suo.  Per anni ho cercato Dio ma non capivo perché non riuscissi a trovarlo. Ero troppo presuntuoso, volevo decidere io come trovarlo e invece mi sarebbe bastato solo mettermi davvero in ascolto. E quando l’ho fatto mi son stupito di quante fantasie sono state smontate. La guida è sempre lì con noi pronta a darci segnali che non riusciamo a cogliere perché abbiamo un’idea anche su quelli e allora, anche se Dio dovesse passarci accanto, o averlo di fronte, non lo vedremmo. Ho dovuto smontare tutti i preconcetti e accettare di imparare di nuovo. Imparare a vedere con occhi nuovi per poter riconoscere una semplice verità. La guida interiore, il nostro vero Sé esiste e, se davvero lo vuoi, può guidarti verso la tua vera realizzazione interiore. Ma solo se sei disposto a chiedere umilmente e se hai coraggio nel veder crollare tutti i castelli di sabbia che avevi messo come protezione di un mondo illusorio.

Non ti fa paura scoprire il falso che ti ha portato a deviare il tuo cammino, ma ti fa paura scoprire chi davvero sei. Occorre coraggio e una vera volontà.

sabato 2 aprile 2016

LE VOCI NELLA TESTA

(ALLA FINE DELL'ARTICOLO troverai la puntata radio LE VOCI NELLA TESTA)

La considerazione e l'approvazione da parte degli altri è solo un manichino su cui fondiamo un'identità illusoria che pilota la nostra vita in una direzione che non ci appartiene.

La mente pensa che la vita che stiamo vivendo sia la sua. Riesce a convincerci di questo facendo in modo di farci credere di essere noi. In questo modo quando dici di essere libero di prendere decisioni è la tua mente a parlare. Come fa a creare e mantenere questa illusione? Lo fa attraverso le emozioni. Portando alcuni pensieri nella tua testa ti fa sentire bene, portando altri pensieri ti fa sentire male, è così che ti controlla, fino al momento in cui smetti di credere in quei pensieri rendendoti semplicemente conto che non sono tuoi
Non nasconderti dietro delle usanze, dei modi di dire e di fare che non sono tuoi. Perchè sei accondiscendente per paura di sembrare diverso? Ti accorgi di quanto giudichi te stesso addossandoti colpe che non sono tue? Non esistono colpe. Quella colpa che ti porti dietro ti fa diventare piccolo piccolo e ti dice che non puoi dire davvero cosa pensi. Ma attenzione. Dire cosa si pensa non equivale a giudicare o a urlare il proprio malessere, ma a prendere strade che non sono quelle degli altri, ma le proprie. La propria strada, quella autentica.
Smettila di preoccuparti. Quella "Forza" ha già risolto quei problemi per te. Devi solo chiederle di mostrarti le azioni da compiere.
L'unico modo per controllare un intero pianeta, è controllare le menti dei suoi abitanti lasciando credere che le loro decisioni siano partorite da loro stessi.

Le aspettative appartengono ad una mente che non sa.
Una mente che non sa, non può pretendere da se stessa le risposte.
Le indicazioni arrivano da un'altra frequenza.
Il compito della mente non è pensare, ma agire.


L'abilità del nemico sta nel rimanere invisibile e nell'iniettare l'idea comune che esso non esiste.
Avrai compreso a questo punto che esiste un nemico invisibile che ti da l’illusione che sia fuori. Ma forse non hai ancora preso coscienza che gli esseri umani da millenni sono come padroni di casa a metà. Sono diventati affittuari di un corpo e di una mente di cui si credono consapevoli proprietari ma stanno solo illudendosi di condurre un'esistenza normale. Non si sono accorti che sono soltantopadroni di casa per permettere ad invasori invisibili di vivere al posto loro, dando la totale illusione di pensare autonomamente quando invece egli - l’essere umano - non si accorge che è pensato da qualcosaltro. Infatti mentre la sua mente e il suo corpo rimangono a primo impatto intatti non si rende conto che è un inganno solo per continuare la sua vita apparentemente immutata, perchè ciò che viene presa da questi invasori parassiti, ciò che essi vogliono conquistare è la luce e l'energia della sua immortalità al di là di questo corpo e questa mente, ossia l'ANIMA. La maggior parte dell'umanità sta cedendo a questo inganno finendo per rimanere intrappolata in un dominio che potrebbe protrarsi ancora per millenni. Ma qualcuno ha intuito l'inganno e questo qualcuno sei tu e vorresti svelarlo a tutti. Ma gli invasori hanno ormai preso possesso della mente di tutti coloro che sono assuefatti dalla loro falsa vita arrivando pertanto a ritenere pazzi gli esseri umani che hanno deciso di spezzare le catene.
Non è una passeggiata come ce la descrivono, soprattutto dopo che inizi a percorrere la tua strada. La mente vuole annientare la tua vita che ritiene di sua proprietà e quella strada la vede come sbagliata.
Se fortifichi la fede nel contatto con quella "Forza" che ti guida, una volta preso e riconosciuto, ovviamente, vedrai che le difficoltà non saranno tali, perchè avrai gli strumenti per affrontare quei momenti che la mente vede come ostacoli e quella Forza sarà sempre lì con te a ricordarti chi sei
E’ come se fossimo un bambino che vede un fantasma. Quel fantasma è scatenato proprio da ciò che non vediamo, ciò da cui la mente si protegge. Portarlo a galla è un modo per scoprire come quel fantasma si è agganciato, come ha condizionato tutta la nostra vita e quindi poterlo finalmente guardare in faccia. La presenza è solo uno strumento per non "farsi pensare" da quello schema che dà origine al "fantasma".
La maggior parte delle persone non partorisce davvero pensieri autonomi, ma indotti da quell'ombra e il danno, oltre la beffa, è che crediamo siano realmente i nostri.
Quella voce ti suggerisce, ti manipola, ti adula, ti corrompe, ti inganna, ti convince del falso, ti fa desiderare, ti circuisce, ti allontana dalla verità, ti avvicina all'illusione, ti fa credere tutto il contrario di tutto, ti addestra alla menzogna, all'ambizione, al raggiungimento di obiettivi che non ti appartengono, e si adopera fino alla tua morte per farti credere sia la tua voce ma quando lo scopri, ti fa credere sia quella dello Spirito e tu continui a darle retta.


MENTE, ANIMA e SPIRITO.
“Non esiste un risveglio positivo, nè uno negativo.
Esso è il risultato di un lavoro che non fa degli altri un oggetto su cui scagliare le proprie paure, ma un mezzo per comprendere chi davvero siete. Tutto ciò che vi appare come il mondo esterno a voi non lo avete creato voi, ma solo attirato per ricevere dei messaggi. La mente li interpreta in base a quello che si è costruita sulla realtà. Essa vede ciò che è fuori come un pericolo da cui proteggersi o come un'opportunità per star bene. Ma chi decide realmente cosa è meglio o peggio per essa?
L'Anima vuole essere ascoltata dalla mente che si riconosce come qualcosa di separato. Tu non sei la tua mente. Tu sei Anima. Ciò che rende felice la mente non coincide con ciò che l'Anima è giunta qui per fare, non coincide con la sua missione.
Spirito è sempre lì pronto a comunicare alla tua mente di agire secondo le sue indicazioni per salvare l'Anima ed esprimere ciò che lei è. 
Fuori di te non esistono proiezioni illusorie. Gli altri esistono, il mondo esiste, il bene e il male esistono, i demoni esistono. Non li hai creati tu. Le illusioni sono le tue continue fughe da una realtà che ti rifiuti continuamente di vedere e accettare.”


Tratto dal nuovo libro di Claudio Guarini (ancora in fase di scrittura)


NEWSLETTER

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Il Risveglio di Coscienza

Il Risveglio di Coscienza

Si è verificato un errore nel gadget

VIDEO

Loading...