Passa ai contenuti principali

La teoria della SEPARAZIONE, della DISTANZA e del COMPLOTTO.



La teoria della SEPARAZIONE, della DISTANZA e del COMPLOTTO.



Sono state inventate le distanze solo per tenerci lontano dalla verità,
ci sono state imposte, inculcate e ne abbiamo fatto il pilastro portante della nostra vita.
Vediamo distanze ovunque:
tra noi e gli altri, tra noi e gli amici, tra noi e gli extracomunitari, tra noi e gli animali, tra noi e gli insetti, tra noi e gli oggetti, tra noi e il cosmo, tra noi e le situazioni che accadono altrove, tra i pianeti che si crede siano palle piene distanti migliaia di anni luce tra loro.
Tra noi e Dio, quando in realtà non c'è alcuna separazione.
Essa ha avuto il solo scopo di dominare un essere umano inconsapevole.

Il concetto base dell'invisibile tirannia che ci domina è:


Divide et Impera
Strategia finalizzata al mantenimento
di una posizione privilegiata,
dividendo e frammentando
la forza di opposizione
in modo che non possa riunirsi
contro un obiettivo comune.

Tutto ciò che noi chiamiamo COSMO non è altro che un unico ed infinito organismo vivente dotato di intelligenza e coscienza ; e facendone parte ed essendone le cellule, non rimane che dire che nella cellula c’è il tutto e nel tutto c’è la cellula. Nessuna cosa, sia consciamente che inconsciamente, può considerarsi separata da tutto questo ESSERE UNIVIVENTE.  [Tratto da PENSIERI COSCIENTI dentro Matrix di Claudio Guarini]

Il concetto del Divide et Impera è stato rafforzato dall'altra idea/innesto inculcatoci dalla nascita:
"che non solo esiste là fuori qualcosaltro o qualcunaltro diverso da me,
ma che esso è anche un potenziale nostro NEMICO".

La nostra più grande illusione è che ci sia un nemico da combattere che venga da fuori.
Ma ciò che sta da affrontare è esclusivamente dentro di noi!


"Il primo, vero, reale confronto che
dobbiamo sostenere:
quello con la proiezione illusoria di noi stessi."

"Comprendete che il vero nemico è la vostra RE-azione.
Il nemico è il vostro sentirvi offesi, arrabbiati e feriti, 
e non la persona in questione" 
(Yehuda Berg)


"L'AUTO OSSERVAZIONE è la guida di quella grande avventura
che è il viaggio alla scoperta di sè e dei mondi ,
l'occasione per salvare se stessi dall'inferno della mente minore,
disposta a tutto pur di non riconoscere le proprie responsabilità 
nel dare "Realtà" a questa Matrix in preda alla follia"
[Giualiana Conforto (astrofisica)]
***********************************
Oggi vanno tanto di moda le teorie del COMPLOTTO e 
quelle spirituali.
Ma chi è cosciente non li alimenta portandoli alla ribalta come unica soluzione,
perchè "SENTE" che sono ormai vecchi tranelli che vogliono solo indurre i "DORMIENTI"
a ricercare un ipotetico SALVATORE ALIENO o MESSIA religiosistico
che possa fare al posto nostro un lavoro "così difficile"
da farci ricascare nuovamente nella credenza che siamo impotenti di fronte
ad un DIO con la barba che giudica e punisce.

Nessuno si è ancora chiesto perché ci lasciano liberamente parlare di NUOVO ORDINE MONDIALE?
Perchè in tv (esempio il programma MISTERO) parlano, come fossero attivisti,
di sciee chimiche, alieni, 2012, signoraggio bancario, complotti, ecc....??????
Perchè se non ne parlassero la gente potrebbe sospettare che forse c'è qualcosa di vero,
o può darsi che ne parlano cosicchè la gente "DORMIENTE" dica:
_SONO LE SOLITE CAZZATE_
o può darsi ancora che vogliono inculcarci un'altra IDEA INNESTO:

"Tu essere umano potrai soccombere al volere di un governo ombra
maligno, cattivo, senza scrupoli e pietà! Allora nel momento in cui tutto ciò accadrà 
avrai tanta paura e non saparai come mettere in salvo Te e i Tuoi cari.
Devi diffondere queste notizie a tutti, perchè se tutti le dicono, 
allora tutti ci credono.
E siccome io (la tua idea innestata nella tua mente)
ti faccio credere che sei impotente,
ti proporrò una soluzione che potrebbe salvarti.
(Alieni, messia, governo e religione new age, ecc)"
*****************************
Il vero impedimento è quello di non farci riscoprire
che siamo potenti oltre ogni misura,
che siamo qualcosa che va al di là del nostro apparato psico-fisico (corpo/mente),
che siamo immortali ed eterni.

Io diffido da chiunque si proclama 
un "maestro" del bene che combatte il "male".


Ultimamente ho avuto una forte intuizione dentro di me.
Ossia che non c'è nessun pianeta o spazio o distanze là fuori...
Esiste la Terra e tante sue forme in universi e mondi paralleli,
uno avvolto all'altro proprio come i gironi danteschi.
E tutto si gioca qui da sempre in tante forme, colori ed espressioni.
E mi sa tanto che fra non molto vedremo il cielo squarciarsi sotto i nostri occhi,
ma non tutti vorranno vedere!
[ solo per chi avrà occhi per vedere e orecchie per udire ]

"La parte più difficile
nella strada percorsa da un Guerriero
è capire che
il Mondo è una sensazione"

-John Michael Abelar-
********************************
Cerco di farmi capire meglio:

l'esterno ti segue come un ombra quindi cambia di conseguenza,
e lo puoi affrontare in maniera cosciente e diversa, quindi non hai più motivo di temerlo.
Non ho detto che occorre ignorare, ma che il mondo non agisce indipendentemente da noi,
quindi l'ILLUSIONE è che tutto agisca in maniera indipendente da NOI,
proprio perchè ancora non sappiamo chi siamo veramente,
crediamo di essere tizio che fa un lavoro, che è sposato, che ha una casa, un corpo, una posizione sociale, degli oggetti, degli affetti, ecc.

Quello che cerco di dire è che tutto è
"come dentro cosi fuori"
quindi la cosa fondamentale è uscire dall'identificazione con ciò che crediamo falsatamente di essere,
altrimenti produrremo solo RE azioni anzichè PRO azioni, proprio come quelli che credono di combattere il NWO ripagandoli della stessa moneta:
(rabbia, odio, violenza... =RE-AZIONE).

""Arjuna comincia ad agire, a combattere,
e non sa cosa avverrà di lui,
nè dei suoi compagni,
nè dell'esito della battaglia
o del futuro del suo popolo.
Ma sapere questo è il compito del Divino,
del "conoscitore del campo".
All'essere umano in realtà
compete solo di agire,
cioè di vivere,
all'interno della Straordinaria Manifestazione
in cui si dispiega la sua Vita.""

se vi va leggete questa nota:

Con stima, rispetto e compassione
Claudio.




Commenti

  1. ciao claudio condivido le tue idee a grandi linee sono d'accordo sul fatto che il cuore vince sempre però dato che purtroppo ora viviamo qui ed ora dobbiamo anche accettarne le condizioni come la divisione, la dualità, il giusto e il sbagliato... purtroppo siamo qui con i piedi per terra e non possiamo allearci con chi ci vuole male ! Io ho fiducia che al momento giusto e nel luogo giusto tutto si sistemerà però concepisco anche il fatto che bisogna darsi da fare in terra per migliorare le cose e prima di darsi da fare bisogna che ci mettiamo il cuore in pace e accettare la realtà così che poi possiamo lavorare meglio con più serenità dentro! un abbraccio galattico bel post

    RispondiElimina
  2. Aggiungo inoltre che il mio pensiero era generale e non riferito agli alieni

    RispondiElimina
  3. Ciao a tutti , la teoria della separazione è ampliamente spiegata in "un corso in miracoli" , è un libro molto complesso scritto su più livelli, dove vi sono 365 esercizi che piano piano aiutano a modificare la mente e quindi a debellare l'ego, che sarebbe il responsabile di questa separazione. ciaooo

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti a scopo offensivo, di ingiuria e senza un legame con tale argomento verranno rimossi.

Post popolari in questo blog

"Lì dove è stata perduta" il nuovo film di Claudio Guarini sulle personalità

Questo film nasce con il principale intento e obiettivo di trasmettere un messaggio, cioè quello di far comprendere a chi lo guarderà che la nostra vita, il nostro quotidiano è condizionato da una o più personalità. Esse sono state quasi sempre messe in moto sin dalla nostra infanzia, da quando eravamo bambini, periodo in cui hanno cominciato a nascere, a costruirsi nell’osservare i nostri genitori in determinate situazioni che hanno messo la mente in una situazione di disagio, di sofferenza, di mancanza, il cosiddetto trauma emotivo e psicologico. La mente ha creato un suo filtro attraverso il quale ha iniziato a vedere la propria vita, creando idee distorte su se stessi, sul mondo esterno, sul proprio maschile e sul proprio femminile. Un altro aspetto che viene affrontato e sottolineato all’interno della pellicola è il rapporto di coppia, la relazione in generale, ma anche quella con il proprio compagno/a e con i propri genitori. Si affronta un meccanismo che possiamo chiamare “rappo

La chiave è dentro te stesso

  Tutte le volte che ripeti a te stesso “ho paura, non ce la faccio”. Tutte le volte che guardi allo specchio e tenti di cambiare te stesso rompendo l’immagine che hai di fronte. Tutte le volte che, anziché fare un passo, lo fantastichi nella tua mente. Tutte le volte che ti ritrovi a fare la vittima, accusando il mondo esterno. Bene. Tutti questi momenti non parte della realtà, ma di un’illusione in cui stai solo recitando un ruolo, condizionato da un’unica paura, quella della responsabilità. Responsabilità dei tuoi pensieri, delle tue parole, delle tue azioni, della tua vita. La responsabilità di ciò che sei davvero. Qualcuno ha detto “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Ma io adesso ti dico che non si tratta di un grande potere o un grande responsabilità. Una volta che hai compreso l’opportunità che il cambiamento può offrirti, hai l’occasione di abbandonare una volta per tutte l’illusione per poterti immergere nella verità. La tua responsabilità sta nel mostrare co

DENTRO TE STESSO VI E' LA CHIAVE

La mente vede la propria vita attraverso lo schema fumoso dei ricordi   Se ti stai concentrando sulla vita degli altri allora chiediti cosa non va nella tua. Non sono gli altri a creare il tuo malessere. Sei tu stesso che li attiri a te affinché tu possa guardarti dentro e accorgerti che esso era già presente al tuo interno.  Il presente c'è. Sei tu che non ci sei perché vivi nel controllo. Sei immerso nella mente, tra tesi, ipotesi, idee e convinzioni. Molla quel controllo e lascia fare alla vita, a quella forza che è già dentro di te, ma che ti rifiuti di ascoltare solo perché non rientra nelle grazie del tuo ego.  Puoi trovare mille motivi per giustificare i tuoi "come faccio" o i tuoi infiniti "non riesco" , ma sono tutte scuse, strategie per rimanere nell'atteggiamento dell'adolescente che non vuole fare un passaggio: Il diventare adulto.  Questo implica prendersi la responsabilità della propria vita, dei propri pensieri, delle proprie azioni. A vol