Passa ai contenuti principali

La verità va guardata negli occhi

Durante il corso della nostra vita, spesso, ci siamo trovati davanti persone che all'apparenza sembravano dolci e gentili, ma che invece, in seguito si sono rivelate tutt’altra cosa.
Così con il tempo abbiamo imparato a non fidarci mai totalmente e a studiare bene una persona prima di riporre davvero in loro la nostra fiducia. 
Questa stessa cosa accade anche nei mondi sottili. Ciò che appare a prima vista spesso non è quello che realmente pensiamo sia.
La questione è che, non entrando spesso in contatto con questo mondo in maniera consapevole, non siamo in grado di distinguere le varie energie che ne fanno parte e veniamo il più delle volte indotti in tranelli ben studiati da chi mira a portarci via ciò che conta davvero.
 Tutti ritengono che facendo meditazione possano ricevere messaggi e spesso accade che sono convinti di riceverli da esseri angelici, da figure luminose, alieni dal dolce aspetto che vogliono salvare questo pianeta, o peggio ancora da un grande maestro con una lunga barba bianca, venuto a salvarci.
E’ solo un’illusione ben organizzata e orchestrata per renderci prede consenzienti. Il lupo quando vuole mangiare gli agnellini si traveste da pecora.
Avete mai provato durate questi bei discorsi a guardare bene queste figure e a osservare i loro occhi? Provateci e vedrete quanto non sono così belle quelle fantomatiche dolci e luminose figure angeliche.
Gli occhi sono lo specchio dell'anima, provate a vedere se in quegli occhi c'è  un'anima o un bel lupo travestito da pecora.
Una vera guida interiore assume un aspetto semplice, spesso prende la forma di un animale guida. La riconosci dalla forte vibrazione che porta in te mentre i suoi occhi sono limpidi proprio come il messaggio che porta.
Non ti aiuta a migliorare la tua vita, anzi, la distrugge e ti conduce dove non vorresti andare.
Fa crollare tutto ciò che ti eri costruito seguendo la tua mente e le convinzioni che ti eri fatto di giusto e sbagliato, e lo fa per portarti al vero scopo della tua esistenza, il vero motivo per cui sei qui.
Spesso capita che il messaggio che ci porta non ci piace e che la nostra missione di vita non sia ciò che avevamo sognato, crediamo che non centri nulla con ciò che credevamo di noi, ma lui porta solo la verità su ciò che avevamo scelto di compiere prima di scendere sulla Terra e perderci nelle illusioni della mente.
Ci conduce sulla nostra vera strada. Capita sovente di soffrire prendendo quel sentiero, ci sentiamo andare in confusione, desideriamo tornare indietro, ma nello stesso tempo sentiamo, nel profondo di noi stessi, che è la verità e che al di là di tutta quella sofferenza indotta dalle emozioni e dalla paura, c'è l'unica vera strada per essere davvero liberi.


(Scritto da Nadia Orlandelli)

Commenti

Post popolari in questo blog

"Lì dove è stata perduta" il nuovo film di Claudio Guarini sulle personalità

Questo film nasce con il principale intento e obiettivo di trasmettere un messaggio, cioè quello di far comprendere a chi lo guarderà che la nostra vita, il nostro quotidiano è condizionato da una o più personalità. Esse sono state quasi sempre messe in moto sin dalla nostra infanzia, da quando eravamo bambini, periodo in cui hanno cominciato a nascere, a costruirsi nell’osservare i nostri genitori in determinate situazioni che hanno messo la mente in una situazione di disagio, di sofferenza, di mancanza, il cosiddetto trauma emotivo e psicologico. La mente ha creato un suo filtro attraverso il quale ha iniziato a vedere la propria vita, creando idee distorte su se stessi, sul mondo esterno, sul proprio maschile e sul proprio femminile. Un altro aspetto che viene affrontato e sottolineato all’interno della pellicola è il rapporto di coppia, la relazione in generale, ma anche quella con il proprio compagno/a e con i propri genitori. Si affronta un meccanismo che possiamo chiamare “rappo

La chiave è dentro te stesso

  Tutte le volte che ripeti a te stesso “ho paura, non ce la faccio”. Tutte le volte che guardi allo specchio e tenti di cambiare te stesso rompendo l’immagine che hai di fronte. Tutte le volte che, anziché fare un passo, lo fantastichi nella tua mente. Tutte le volte che ti ritrovi a fare la vittima, accusando il mondo esterno. Bene. Tutti questi momenti non parte della realtà, ma di un’illusione in cui stai solo recitando un ruolo, condizionato da un’unica paura, quella della responsabilità. Responsabilità dei tuoi pensieri, delle tue parole, delle tue azioni, della tua vita. La responsabilità di ciò che sei davvero. Qualcuno ha detto “Da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Ma io adesso ti dico che non si tratta di un grande potere o un grande responsabilità. Una volta che hai compreso l’opportunità che il cambiamento può offrirti, hai l’occasione di abbandonare una volta per tutte l’illusione per poterti immergere nella verità. La tua responsabilità sta nel mostrare co

DENTRO TE STESSO VI E' LA CHIAVE

La mente vede la propria vita attraverso lo schema fumoso dei ricordi   Se ti stai concentrando sulla vita degli altri allora chiediti cosa non va nella tua. Non sono gli altri a creare il tuo malessere. Sei tu stesso che li attiri a te affinché tu possa guardarti dentro e accorgerti che esso era già presente al tuo interno.  Il presente c'è. Sei tu che non ci sei perché vivi nel controllo. Sei immerso nella mente, tra tesi, ipotesi, idee e convinzioni. Molla quel controllo e lascia fare alla vita, a quella forza che è già dentro di te, ma che ti rifiuti di ascoltare solo perché non rientra nelle grazie del tuo ego.  Puoi trovare mille motivi per giustificare i tuoi "come faccio" o i tuoi infiniti "non riesco" , ma sono tutte scuse, strategie per rimanere nell'atteggiamento dell'adolescente che non vuole fare un passaggio: Il diventare adulto.  Questo implica prendersi la responsabilità della propria vita, dei propri pensieri, delle proprie azioni. A vol