Translate-Traduci

giovedì 15 luglio 2010

Occhi Neri sul Pianeta Terra (tratto da x - TIMES)

Vorrei portare all'attenzione dei lettori di questo piccolo angolo di web un estratto della rivista XTimes [rivista condotta da Maurizio Baiata per un certo periodo di tempo, e fondata da egli stesso], in cui vengono trattati argomenti piuttosto interessanti. In questo che vi andrò a trascrivere dalla stessa rivista, si prende in esame un tema assai particolare, nel cui contesto si cerca di esaminare antichi scritti che riportano sconcertanti verità così palesi da essere quasi ridicole. 
Naturalmente, il tutto non deve essere preso per oro colato, si sa. Ma cerchiamo piuttosto di saper cogliere informazioni che ci interessano tralasciando i giudizi personali dello scrittore. Alcune parti sono, per dir la verità, molto interessanti e ho deciso di condividere con voi questo pezzo, cosicchè possiate comprendere come le entità extradimensionali che ci infestano da sempre sono citati dappertutto.

Buona lettura 


 
Occhi Neri sul Pianeta Terra 
Le sacre scritture, fra cui i testi rifiutati dal dogma imperante, rivelano una dominazione occulta che investe l'intero Universo. Il loro studio può risultare uno strumento utile anche per la comprensione del fenomeno UFO. 

L'uomo contemporaneo soffre di una totale e inguaribile amnesia. Pare aver dimenticato infatti, che non esiste un solo spazio, un solo regno di esistenza, ma molti. La fisica quantistica lo urla a gran voce, inascoltata. Il libro "Genesi" non parla mai di Cielo ma di Cieli. L'ebraico Shamaym (di Genesi I) è infatti un plurale. Nel Padre Nostro, Gesù parla di un Padre che è nei Cieli e non semplicemente in un cielo. Cielo è, peraltro, un termine che indica sempre il "celato", la dimensione nascosta. Gesù parlò di molte dimore. Paolo scrisse di una battaglia misteriosa da condurre contro Creature Dominanti che dimorano in una regione celeste, per la tradizione spirituale, è la Regione Astrale. In "Efesini 6:12" rivelò: <>>. E' una delle rivelazioni più inquietanti e potenti dell'intero "Nuovo Testamento". Analizziamola nel testo originale greco: <<La nostra guerra (pale) non è contro esseri di carne e sangue, ma contro i principati (Arkas, Arconti), e le Potenze (Exiusìas), contro i Signori di Questo Universo Oscuro (kosmocratoras tou skotous toutou), contro gli Spiriti Immondi o Maligni (pneumatikas tes ponerias) che si nascondono nelle regioni celesti (epouraniois)>>.
Sembra che il cristianesimo primitivo fosse composto da guerrieri cosmici, scesi per combattere Intelligenze o Spiriti invisibili che Paolo chiama Potenze, Arconti, Dominatori. Secondo lo gnosticismo e la cabala ebraica, queste Forze hanno creato l'universo visibile imitando la creazione dell'universo invisibile operata dall'Altissimo. Esse dominerebbero i destini, governerebbero il karma dei singoli e dei popoli, giudicherebbero le anime. Come inquadrare il fenomeno UFO in un simile scenario schiavista? Gli UFO sono un fatto la cui natura sfugge quasi completamente.

UFO e Multiverso 
A parte rare eccezioni, l'Ufologia sembra ferma, in modo preoccupante, ad una visione masterialista e orizzontale del fenomeno UFO quanto del fenomeno Alieni ad esso connesso. La quasi totalità degli ufologi è legata, senza saperlo, al giogo dei dominatori astrali e alla scienza terrena ossequiosa al potere degli Arconti. Osservano lo spettacolo e non comprendono di essere presi per il naso. Laddove il libro della genesi ci prospetta un multiverso attraverso il mito della Scala di Giacobbe, l'ufologia continua a credere solo in questo universo materiale e visibile. Ne consegue l'inevitabile credenza della provenienza di alieni da altri pianeti o sistemi o galassie, quindi da un altro punto dell'universo visibile, considerato erroneamente infinito, laddove esso è solo un grande ologramma. Tutto ciò, trascurando la fisica quantistica che scopre ben 11 strati del campo quantico, in linea con il principio cabalistico delle 11 Sephiroth dell'Albero della Vita. Cosa ancor più ridicola, l'uomo crede di occupare il primo gradino della catena alimentare, laddove è solo un anello della suddetta catena.

I Divoratori di Anime 
Qualcuno, in un recente passato, ha intuito questa verità. Uno fra tutti fu Charles Fort, seguito poi dallo scrittore di fantascienza Erik Frank Russel che, nel romanzo "Schiavi degli Invisibili" ("Sinister Barriers"), illustrò una verità che affonda nello gnosticismo d'Egitto, Palestina, Siria e Iran. Furono gli gnostici ad affermare che queste Entità Astrali Dominanti -l'astrale è un piano sottile, il regno dei sogni e dei pensieri umani, il regno di mezzo tra materia e Luce eterna- si nutrivano delle anime umane, si cibavano della loro energia vitale , emotiva e sessuale, facendole stazionare in Maya, questo regno illusorio, per eoni, inconsapevoli della manipolazione dall'astrale, per poi annientarle in modo definitivo, prosciugate dalla loro essenza. Questa è la seconda morte citata in "Apocalisse", da Dante, da San Francesco e dal "Libro Egizio dei Morti", la morte vera, la definitiva estinzione della coscienza. Infatti, la morte biologica è solo un transfert dell'anima in un altro veicolo fisico. Alla luce di tutto ciò, le parole dei proto-cristiani, ovvero degli gnostici cristiani, assumono una portata universale. Non solo le parole di Paolo in "Efesini", ma anche quelle dell'apostolo Filippo, nel vangelo omonimo, generano forti dubbi su tutto quel che ci è stato insegnato: <<Gli Arconti vollero ingannare l'uomo perchè essi videro che egli aveva la stessa origine degli Spiriti buoni. Gli Arconti presero il nome delle cose buone e lo diedero alle cose che non sono buone, per potere, attraverso i nomi, ingannare gli uomini e legarle alle cose impure... Perchè essi hanno deliberato di prendere l'uomo libero e di fare di lui un loro schiavo, per sempre... Vi sono Potenze che danno questo all'uomo non volendo che egli si salvi (Filippo 13)>>. Il quadro prospettatoci da questi eroi non è incoraggiante. Gli Arconti ci considerano animali sacrificabili, ma noi nel nostro intimo siamo regali, abbiamo una scintilla divina che essi tendono ad accecare e stordire, per impedire che essa possa liberare l'anima dal giogo eterno degli Arconti. E che gli Arconti ci usino come fonte di cibo "energetico" ce lo rivela Epifanio, nel suo "Contro le Eresie" 40:2: <<Essi (gli gnostici, nda) dicono che l'Anima è il nutrimento degli Arconti e delle Potenze senza il quale non possono vivere, perchè essa proviene dalla rugiada dall'alto e dà loro forza>>. Nessun ricercatore UFO, finora, sembra aver intuito questo quadro, nè sembra essersi avviato a lavorare in questa direzione. Se esistono entità che ci usano come fonte di cibo, tutto l'universo è schiavo di questa forza, quindi anche eventuali alieni che dovessero provenire da un altro luogo dello stesso spazio-tempo. Il versetto di 1 Giovanni 5:16 è inequivocabile: <<l'intero universo giace sotto il potere del maligno>>.

Masse e Manipolazione 
Il primo ad intuire un'origine e una natura multidimensionale del fenomeno fu Jacques Vallée, ma la sua visione è risultata sconfitta da altre teorie più comodamente razionali, ascientiste e orizzontali. Peraltro, la stessa disamina di Vallée presenta notevoli lacune, dovute alla sua impreparazione ermetico-spirituale. Direi che Vallée è stato emarginato opportunatamente dalla dominante ufologia orizzontale, poichè c'è una componente arcontica, nell'anima umana, che cospira continuamente contro la Luce e il risveglio, tentatrice oserei dire, che spinge a indirizzare la mente verso ciò che non è verità, ossia verso il manifesto e la lettera. Il punto delle cose è questo: tale Intelligenza astrale si manifesta a noi in una certa forma, ben sapendo che l'umanità è così ottusa da vedere solo la lettera del fenomeno, e da interpretarlo secondo la scienza contingente, notoriamente insufficiente a spiegare l'oltre. Si tratta di una fantastica opera di manipolazione delle masse che ben si inserisce nella corrente neo-spiritualista. L'operazione alla base è la medesima. Si tenta di interpretare le cose dell'alto con la visione del basso, partendo cioè da una visione ottusamente materialista. L'effetto diviene causa, e la causa l'effetto. Invece di analizzare il basso con i principi dell'alto, si fa l'opposto. In questo modo, il neo-spiritualismo emerge solo come un materialismo mascherato. Ho scritto che il fenomeno UFO è un fatto oggettivo, ma è un dato che questo fenomeno non abbia alcuna origine extra-terrestre per come è intesa comunemente. Ha un'origine multidimensionale piuttosto. Quindi extraterrestre qui va inteso come "estraneo alla materia". La maggior parte della casistica ufologica testimonia di alieni Grigi. I nostri padri avevano in alta considerazione la fisiognomica e il simbolismo.

Signori Oscuri 
Questi Grigi presenterebbero due occhioni neri. Come interpretarli? Si tratta di esseri rifrattari alla luce? Qui non si allude alla luce fisica, ma a quella ultra-fisica, la luce eterna, la Verità: la Luce oltre la luce. Sono esseri di tenebre che "stradominano" lo psichismo umano, poichè si trovano più in alto sulla Scala di Giacobbe. Come spiegare i Grigi? Gli Arconti inviano in questo piano -sarebbe meglio dire in questo ologramma- energie parassitarie di bassa gerarchia che io definirei "mietitori", incaricati di raccogliere e convogliare la massa energetica umana e di riportarla ai loro padri e padroni astrali. Queste energie possonoa ssumere qualsiasi forma, ma i Grigi si presentano a noi con tale forma, come con altre forme si presentarono nel passato: gnomi, goblins, spettri. Non è casuale che spesso, dei testimoni abbiano avvistato l'UFO come emergere dal nulla per poi risparire nel nulla. In realtà, queste intelligenze, si spostano dall'astrale al fisico, e dal fisico all'astrale, e i loro corpi di luce imperfetti mostrano sul piano fisico come dischi attorniati da un alone elettromagnetico. Il grande inganno di questo fenomeno elusivo e premeditato consiste nel farci credere che siano loro gli alieni, e noi i terrestri, ma è esattamente il contrario. Le anime di alcuni umani provengono da un altro universo, da una dimensione superiore, e sono letteralmente caduti in questo. Il segno della caduta è la "corporizzazione". Rese ottuse e dimentiche, tese a identificarsi solo con la loro personalità caduca, legata al mondo dei sensi, le anime sono inclini solo a vedere e a scrutare un cielo ed una luce materiali. Gesù ci disse che lui non era in questa "estensione" e noi con lui, il che non significa essere di un altro pianeta, ma di un altro piano. La domanda è: cosa ha a che fare l'anima con un disco metalloide, se essa è capace di formarsi un corpo di luce per veicolare la coscienza lungo la Scala di Giacobbe? Sorge il sospetto che gli ingannatori vogliono impedire esattemente questo, ciò che comporterebbe la fine della schiavitù eterna e il conseguimento della Verità e Libertà. Come mettiamo in relazione il Merkaba, o Carro di Luce, come descritto in "Ezechiele" e nel "Libro dei Re" (Elia ascende in un carro di fuoco) con i veivoli alieni? Se anima può viaggiare in ogni dimensione, cosa ce ne facciamo noi, di un disco volante? Perchè questo mondo non ha mai valorizzato l'intro-navigazione a scapito dell'esplorazione delle Tenebre esteriori, questo spazio-tempo (il toutou skotou di Paolo)? Perchè la scienza terrena non ha mai investigato le potenzialità immense dell'anima? Non può e non vuole, perchè essa è servile agli Spiriti Ingannatori. E' talmente servile da affermare che Dio, l'anima, lo spirito, non esistono perchè la loro esistenza non è misurabile e provabile scientificamente. Si giunge al paradosso per cui l'irreale offre una patente di irrealtà a ciò che è reale: la tipica inversione assiologica degli Arconti. I venduti agli Arcani solerti nel mantenere il millenario status quo, sono giunti a sostenere che l'intelligenza sgorghi dalla materia cerebrale, anzichè dall'universo, reiterando il vecchio giochetto di scambiare l'effetto per la causa. E' un giochetto di natura Ahrimanica, per citare le teorie di Rudolf Steiner dello "sfrenato e bestemmievole" materialismo che occulta il mistero del Regno che è in noi. La razza umana, non di questo mondo, per alcuni dei suoi membri, lavora da sempre per i Dominatori Astrali, e non ne è minimamente consapevole. Ognuno di noi lavora per gli Arconti, inseriti in questa grande macchina concepita per la schiavitù eterna chiamata mondo. Tutto ciò che facciamo, pensiamo, sentiamo, è foraggio per questa feccia astrale, capace di più orrendi crimini, vampiri psichici che si occultano in uno spettro di frequenza inaudibile e inosservabile per i nostri sensi terreni, ma non certo per quelli dell'anima. Un aspetto importante del Grande Inganno sono i dischi metalloidi o almeno quelli che appaiono come tali. Gli Arconti sanno controllare la vibrazione della sottile materia astrale, e condensano l'energia astrale di flusso, mostrandosi in Maya con un aspetto subolamente tecnologico. Uso il termine "subdolamente" non a caso. Il loro scopo è illuderci che l'evoluzione dipende dallo sviluppo tecnologico, ma questo è assolutamente falso. Essi ci hanno fatto credere, grazie al trionfo della teoria darwiniana, che noi discendiamo dalle scimmie. E' facile intuire che il loro intento sia quello di imporre il concetto del tempo come freccia evolutiva. Ma è il contrario. Il tempo segna la caduta. Le nostre anime, che dimoravano in un non-tempo, non cadute nel tempo, che è il metronomo dell'allontanamento da uno stato primordiale di beatitudine e dalla Fonte. Noi non siamo venuti qui come scimmie, ma come esseri evoluti spiritualmente che nel tempo hanno dimenticato e hanno subito un'involuzione. La vera evoluzione non è lamarchiana-darwiniana, ma è un'evoluzione di coscienza.A che serve questo sviluppo tecnologico se dobbiamo rimanere schiavi per l'eternità? Viaggiare dentro, conoscere se stessi, è la vera evoluzione. Ci inducono a portarci al di fuori di noi stessi, laddove qualcuno di nostra conoscenza insegnò che il Regno di Dio è dentro di noi. Ci spingono con violenza a credere solo nell'universo visibile, e nella provenienza della vita aliena da un altro quadrante universale. Ciò che è reale di cui i dischi metalloidi e il loro campo elettro-magnetico il resto è l'aspetto della mera condensazione di materia astrale. Queste energie non possono andare oltre la zona astrale che corrisponde alla dimensione psichico-onirica dell'umanità, l'infraregno tra le dimensioni di luce e quelle di materia. In "Genesi I" è detto che questi regni debbono essere separati: acque di sopra, Shamaym, acque di sotto. Questo andare oltre è loro negato da poteri immensamente più grandi come è scritto nel "Libro di Giacobbe 38:11": <<Sin qui giungerai e non oltre, e qui si infrangerà l'orgoglio delle tue onde>>. Questo passaggio è loro negato da poteri cosmici immensamente più grandi, che hanno provveduto a confinarli nell'astrale dopo una ribellione cosmica accennata lungo il testo biblico. Per invidia, decisero di scimmiottare l'ipercreazione dell'Altissimo, facendosi percepire agli umani come Dio.

Ritorno alla Luce 
Il dominio si è instaurato da quando Adam, concepito per dominarli e controllarli, ne fu infine dominato per inganno e inesperienza. E con l'inganno continuano a manipolarci. Oggi i grandi iniziati del passato riderebbero della nostra visione miope. Le loro anime vennero qui per mostrarci la via di fuga. <<Vattene da questo paese>> disse Yhwh ad Abramo (Genesi 12:1) <<... Io sono stranerio sulla Terra...>> (Salmo 118:19). Alcuni di noi sono regali e i Grigi, qualunque posizione gerarchica occupino nella nomenklatura arcontica, lo sanno. Sapendolo, essi svolgono bene il loro compito di sorveglianti dell'ottava. Ogni volta che un essere umano si ridesta da questa condizione di sonno, viene immediatamente e sistematicamente combattuto e spesso ucciso. Questo è il senso esoterico più profondo celato nella vicenda della fuga degli ebrei in Egitto narrata nel libro di "Esodo". Il Faraone e gli egiziani sono il Demiurgo (il sub-dio che non conosce Yhwh), gli ebrei sono le scintille divine disperse in questo piano, Mosè è il Messia della fine del Tempo. Ovviamente, tutto questo è anche in noi. Per questo, nel Cap.3, Yhwh dice a Mosè di aver ascoltato il grido di aiuto degli ebrei in Egitto a causa dei suoi sorveglianti, e di conoscere la sofferenza inflitta agli ebrei dagli stessi e dice: <<Sono sceso per liberarlo...>> non nel senso che sia sceso in quel momento. Il Logos dice a Mosè: <<Ho seguito Adamo nella sua caduta a causa degli Arconti... egli non è solo... Un giorno sarà libero>>. E quel giorno si avvicina. Invito pertanto il lettore a saper discernere. Si sappia che circa il 95% di quel che ci piove sulla testa promana dai Dominatori per loro scopi di dominazione. Anche il 95% dei nostri pensieri promana dal Lato Sinistro e quando gli Avatar vengono e insegnano, vengono spesso uccisi e il loro insegnamento distorto e persino cavalcato. Non è facile comprendere il quadro generale, perchè la poca luce che abbiamo dentro è affogata in un oceano di tenebre. Partire bene significa iniziare a consocere e dominare il Grigio che è in noi. 

-Gabriel Akuma-

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti a scopo offensivo, di ingiuria e senza un legame con tale argomento verranno rimossi.

NEWSLETTER

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Il Risveglio di Coscienza

Il Risveglio di Coscienza

Si è verificato un errore nel gadget

VIDEO

Loading...