Translate-Traduci

venerdì 30 luglio 2010

Il processo del RISVEGLIO inizia con l'OSSERVAZIONE

Ho voluto qui riproporvi un estratto di RISVEGLIO ( di Salvatore Brizzi) che io ritengo estremamente UTILE a chi vuol capire cosa si intenda per RISVEGLIO DI COSCIENZA.
E' qualcosa di grandioso, uno libro ILLUMINANTE, una vera BOMBA!!!

Risveglio
Con gli esercizi delle antiche scuole esoteriche
Prezzo € 15,00



<< DOMANDA:
cosa devo fare di pratico per cambiare la mia vita?
RISPOSTA:
E' la domanda che pongono tutti: cosa devo fare di pratico? Questo insegnamento viene scambiato per qualcosa di teorico e intellettuale, mentre è l'insegnamento più pratico che esista, più pratico dello yoga o della meditazione Zazen. L'osservazione ha un potere devastante, ma le persone non la praticano perché a loro sembra troppo poco. Vogliono una tecnica che soddisfi maggiormente la loro personalità. Allora meditano per ore, partecipano a ritiri sciamanici, compiono complicati esercizi di respirazione dove il prana entra da una narice ed esce dall'altra, provano a risvegliare Kundalini o ad aprire i chakra utilizzando le tecniche più strane... e questo fa loro credere di stare veramente evolvendo.

Ma il metodo più efficace resta quello dell'OSSERVAZIONE, l'attenzione divisa, il ricordo di sé.. vari modi per dire che dobbiamo rimanere PRESENTI durante la giornata se vogliamo trasmutare in maniera radicale noi stessi. L'osservazione è l'inizio e la fine del Lavoro. Basta che ci osserviamo, che siamo sempre presenti a noi stessi, per attivare dentro di noi un processo di trasformazione irreversibile. Lo scopo finale è quello di creare un IO, un'anima, per poterci accostare CONSAPEVOLMENTE all'Uno invece che perderci in esso.

Nell'osservazione possiamo regolare noi il regime del fuoco. Più o meno intenso a seconda del grado di Volontà che riusciamo a produrre.

Non si deve fare niente. Solo osservare. Tutti credono che si debba fare chissà cosa, le persone si aspettano esercizi complicatissimi e quando viene detto loro che è sufficiente essere presenti durante il giorno restano deluse. Poi provano a fare gli esercizi del ricordo di sé, non ci riescono, e dicono che quegli esercizi non sono utili, che quella non è vera evoluzione spirituale. Allora tornano a fare i loro esercizi di meditazione e respirazione e a recitare i loro mantra... e questa paccotiglia la considerano evoluzione spirituale.

DOMANDA: Ma se devo limitarmi a osservare, come faccio a cambiare gli aspetti dannosi della mia personalità? Come posso smettere di arrabbiarmi solo osservandomi? Oppure come posso smettere di sentire la gelosia?
RISPOSTA: Nel lavoro di risveglio non si tratta mai di eliminare qualcosa, bensì di vederci BELLI per come siamo. Tentare di fermare la rabbia o la gelosia, cosi come ogni altra emozione, può rivelarsi estremamente pericoloso per l''equilibrio psichico. Per questo motivo l'autentico Lavoro tradizionale consiste nel focalizzare l'attenzione su un nostro aspetto, una malattia o un problema.. senza voler cambiare nulla. E' l'attenzione a operare la trasmutazione, non la nostra volontà di cambiare le cose. L'attenzione focalizzata, priva del desiderio di guarire, opera la guarigione!!

D'altronde per quale motivo dovremmo cambiare qualcosa di noi? Il Lavoro su di sé consiste nel giungere ad aprire il Cuore per cogliere la Bellezza sia all'interno che all'esterno di noi.
  Noi ci sforziamo di svegliarci per poter finalmente vedere che siamo belli così come siamo, non per cambiare aspetti di noi che non ci piacciono. 
Dobbiamo giungere ad AMARE ciò che vogliamo cambiare Fino a quando vediamo dei difetti, in noi o fuori di noi, non possiamo svegliarci, perché il risveglio si muove proprio nella direzione opposta:
L'ACCETTAZIONE TOTALE DI CIO' CHE SIAMO IN QUESTO MOMENTO!
Solo l'accettazione porta alla percezione della Bellezza, e quindi della Realtà oltre l'illusione.

Più in generale, le persone vogliono illuminarsi perchè non si sopportano così come sono. Ma il problema è che illuminarsi significa percepire la Perfezione di ciò che siamo. DI CIO' CHE SIAMO.. non di ciò che saremo dopo un eventuale cambiamento!

Il Lavoro inteso in questa maniera - come un voler cancellare ciò che non va in noi stessi - non può che infognarci ancora di più nella trappola planetaria, la quale si nutre del fatto che non riusciamo a percepire la nostra Bellezza e la nostra Forza. Lo sforzo cosciente inteso a percepire la Bellezza deve restare sempre al primo posto durante la pratica dell'osservazione di sé.

DOMANDA: Cosa vuol dire "osservarsi" ?
RISPOSTA: Innanzitutto vuol dire non far scivolare via la nostra vita nell'inconsapevolezza, ma fermarci a guardare quali sono i nostri comportamenti e i meccanismi psicologici che li causano. Quindi occorre valutare gli episodi della nostra vita alla luce dell'insegnamento alchemico. Dobbiamo chiederci:
"Perché mi sono comportato così? Perché mi è successa questa disgrazia? " Tentando di fornire delle risposte che tengano conto delle conoscenze acquisite attraverso queste lezioni semplici. Quindi dobbiamo smettere di prenderci in giro pensando che la causa delle nostre disgrazie o del nostro mal di vivere sia all'esterno.
Dobbiamo osservarci con onestà. >>

Spero questo post possa esservi di aiuto nella comprensione del vostro cammino

Risveglio
Con gli esercizi delle antiche scuole esoteriche
Prezzo € 15,00

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti a scopo offensivo, di ingiuria e senza un legame con tale argomento verranno rimossi.

NEWSLETTER

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Il Risveglio di Coscienza

Il Risveglio di Coscienza

Si è verificato un errore nel gadget

VIDEO

Loading...